Metri 575 slm

I pochi resti della casa si trovano sulla sponda sinistra del Bidente di Pietrapazza.
1816: vi abita Gio Batta Boscherini. Proprietario Martino Catani.
1829: di proprietà di Simone Rossi.
1955: abbandonata da Alessandro Bardi.
A ovest della casa si trovano dei ruderi di un capanno, pertinente a Palaino, già censito nel Catasto Toscano del 1829, chiamato “Caldine”.